martedì 13 giugno 2017

NOTATE NULLA DI STRANO IN QUESTA FOTO? L’ENNESIMO SCHIAFFO ALLA MISERIA DEL CODARDO: 1350 EURO PER

Roma Se c’è una cosa che non difetta a Matteo Renzi, il ragazzo con la valigia, è la fantasia.
Se l’hai non ti fermi, ne pensi sempre una diversa. Hai estro. Da un po’ di tempo Matteo si aggira per l’Italia col trolley come lo stupefatto protagonista di This Must be the Place, il dolceamaro film di Paolo Sorrentino. Citazione cinefila largamente rivisitata. Perché tra il trolley sgangherato dell’abulico Cheyenne e quello sfolgorante dell’ex premier c’è una bella differenza che salta all’occhio. Matteo trascina un oggetto griffato da 1.350 euro, l’altro un ammasso multicolore con le ruote. Una caduta di stile poco di sinistra.


Come se non bastasse, l’oggetto in questione è al top del catalogo di una nota azienda che fa anche costosissime penne stilografiche, tanto per intenderci. Una scelta coraggiosa che a qualcuno a fatto storcere la bocca. Certo, se devi girare il Paese in lungo e largo per tornare a fare il primo ministro devi puntare sulla resistenza, sulla qualità della materia prima. E così devi avere il massimo. Diciamo così. E diciamo anche che in questo modo Renzi si è – in pratica – allineato al «nemico» D’Alema quanto a griffe. Ricordate le polemiche per le scarpe da barca di «baffetto»? Che sia questo un punto di convergenza assieme al fatto di aver ripetuto più volte la parola compagno?


10 commenti:

  1. Renzi non gode le mie simpatie, ma andare ad occuparsi di un trolley prestigioso mi sembra un argomento da lavanda ie alla fontana come una volta. Badiamo a delle cose piu' sostanziose e non a queste cazzate. L' importante che lo abbia pagato lui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi caro Hugo, hai ragione, l'argomento è da lavandaia, ti sfugge solo una cosa...e forse sfugge anche a molti altri. Quel trolley lo hai pagato tu ed io, anche se si trattasse solo della carta igienica di Matteo il costo mi farebbe incazzare perché la pago sempre io.

      Elimina
    2. Potrebbe anche essere un regalo offerto dalla nota ditta di penne stilografiche per ovvi motivi pubblicitari o unaltro regalo fatto recapitare dal Romeo di turno....😆

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Se lo avesse acquistato col suo lavoro non avrei nulla da dire.... ma quest'individuo non conosce neanche il significato delle parole strettamente connesse l'una all'altra: lavoro e sacrifici.

    RispondiElimina
  4. io di " questo" non voglio parlare, gli auguro solo ....buon viaggio

    RispondiElimina
  5. In questo stupido paese, si alimentano , per così dire, certi ometti a forza di parlarne anziche ignorarli, aggiungo, intelligentemente

    RispondiElimina